Caratteristiche del laser a diodi: i vantaggi per i pazienti

laser a diodi

Si tratta di una tecnologia non nuova in termini assoluti, ma che può essere applicata in diversi campi: dalla chirurgia alla parodontologia, dalle tecniche conservative allo sbiancamento.

Certo, questa tecnica non deve essere vista come la panacea per tutti i mali e il ruolo del dentista resta fondamentale sia a livello diagnostico che terapeutico. Tuttavia il laser si rivela un valido aiuto quando è utilizzato con competenza e nella piena consapevolezza dei pro e contro che esso comporta.

In particolare il laser a diodi offre diversi vantaggi per i pazienti. Vediamo insieme quali.

I benefici concreti del laser a diodi

Il laser a diodi presenta diverse proprietà tecniche e terapeutiche che, come abbiamo detto, rendono il suo utilizzo idoneo alla risoluzione di differenti problematiche dentali.

Svolge una profonda azione antibatterica e decontaminante; favorisce una buona emostasi nel taglio chirurgico; questo facilita la cicatrizzazione dei tessuti trattati con conseguente diminuzione del gonfiore post-operatorio.

Oltre a questo permette anche di ridurre notevolmente l’utilizzo dell’anestesia e addirittura in alcuni casi di eliminarla completamente.

Infine, anche dal punto di vista psicologico, la sua silenziosità riduce la paura del dentista tipica soprattutto dei pazienti bambini.

Insomma, rispetto ai classici strumenti che si utilizzano in uno studio dentistico, il laser a diodi è sicuramente più rassicurante oltre che essere davvero efficace.

Come può essere utilizzato

Il laser a diodi può essere utilizzato nella detartrasi, per coadiuvare la decontaminazione meccanica nelle operazioni di pulizia profonda.

Come abbiamo visto trova largo impiego nella chirurgia dentale in quanto offre ottime garanzie per l’emostasi.

Grazie al suo naturale potere disinfettante e antibatterico, inoltre, risulta un valido aiuto per la sterilizzazione nei trattamenti endodontici.

E ancora il laser a diodi può essere estremamente efficace nel trattamento dei denti sensibili e anche nell’eliminazione di herpes e afte.

I vantaggi di questa tecnologia sono dunque evidenti. Ogni paziente, tuttavia, prima di procedere con la terapia, deve sempre essere valutato dal dentista, per evitare così un utilizzo scorretto del laser a diodi.