Come contrastare la perdita dello smalto dei denti

perdita smalto denti

La legge di Darwin ci ha resi quello che siamo oggi grazie a un processo evolutivo durato milioni di anni. Anche i nostri denti sono il risultato di tale processo

I denti umani sono attualmente tra i componenti minerali più duri e resistenti presenti in natura e hanno rappresentato nel corso della nostra storia un vantaggio competitivo di non poco conto sulle altre specie animali.

Nonostante questa spiccata capacità resistente, anche i denti tendono a indebolirsi e a deteriorarsi con l’avanzare dell’età. È possibile tuttavia contrastare efficacemente la perdita dello smalto dei denti mettendo in atto alcuni semplici accorgimenti.

 

Non fare l’acido… se non vuoi perdere lo smalto!

Ma prima di vedere insieme quali sono i rimedi davvero efficaci contro la perdita dello smalto dei denti, dobbiamo comprenderne la cause di fondo.

La presenza di un ambiente acido nel cavo orale costituisce senza dubbio una delle ragioni principali. Il nostro organismo produce sostanze acide in modo naturale ma al tempo stesso mette in atto contromisure per proteggere lo smalto dei denti.

Ma quando si è in presenza di particolari patologie, come ad esempio l’assai comune reflusso gastroesofageo, questo equilibrio naturale salta e lo smalto si ritrova maggiormente esposto a sostanze erosive.

Gli stessi cibi e le stesse bevande che ingeriamo ogni giorno possono possono favorire l’erosione dei denti.

Il consumo smodato di bibite gassate, succhi di frutta, tè e caffè, ad esempio, può essere particolarmente dannoso.

Ma anche cibi naturali e comunemente benefici come gli agrumi e il miele, se consumati in eccesso, possono arrecare danni allo smalto. Tutto sta insomma a trovare un buon bilanciamento alimentare.

Senza considerare poi il ruolo giocato nell’erosione dentale da altri tipi di patologie del cavo orale come il bruxismo e la xerostomia.

 

Ogni causa ha il suo rimedio

I rimedi per contrastare la perdita dello smalto dei denti devono essere quindi valutati in base alla causa principale del fenomeno erosivo.

Sicuramente una dieta bilanciata associata a buone pratiche di pulizia dentale quotidiana rappresentano una base comune essenziale e irrinunciabile.

Nei casi di erosione lieve, inoltre, il giusto apporto di fluoro, attraverso l’utilizzo di dentifrici e colluttori specifici, può coadiuvare il ripristino dello smalto.

In presenza di disturbi particolari come il bruxismo e il reflusso occorre ovviamente andare all’origine del problema per cercare di eliminarli e limitare così il più possibile la loro azione eorosiva.

Photo credit: Freepik